Antonio Di Cecco

Antonio Di Cecco è nato a L’Aquila nel 1978, dove attualmente vive e lavora. Laureato in Ingegneria Edile-Architettura con tesi in Composizione Architettonica, si occupa di fotografia di paesaggio urbano e architettura, oltre all’analisi dei processi di antropizzazione dei luoghi.
Nel maggio 2015 partecipa al ciclo di seminari ‘Spazi della comunicazione visiva’ con la comunicazione ‘fotografia e rappresentazione’ nell’ambito del Corso di Disegno dell’Architettura II presso la Facoltà di Ingegneria Edile – Architettura dell’Aquila.
Nel maggio 2015 partecipa al ‘Congreso Internacional sobre Intervencion en Obra Arquitectonicas tra Sismo: L’Aquila (2009), Lorca (2011) y Emilia Romagna (2012)’ presso L’Università Catolica de Murcia.
Nel maggio 2015 le immagini del progetto ‘In Pieno Vuoto. Uno sguardo sul territorio aquilano’ entrano a far parte dell’archivio dell’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione.
Da gennaio a marzo 2015 fa parte del gruppo di ricerca L’Aquila as a Post-Catastrophic City presso il Kunsthistorisches Institut in Florenz [Max-Planck-Institut].
Nel settembre 2014 è ospite della Summer School ‘L’Aquila – The Future of the Historical Center: A Challenge for Art History’ [curata dal Kunsthistorisches Institut in Florenz // Max-Planck-Institut] per una conversazione d’artista con Marcelina Kwiatkowski dell’Accademia di Belle Arti di Braunschweig.
Da giugno 2014 collabora con l’agenzia Contrasto.
Nel maggio 2014 collabora con il dipartimento di Scienze Umane dell’Università degli Studi dell’Aquila all’interno degli incontri seminariali a cura della dott.ssa Valentina Valerio Il terremoto dell’Aquila e il futuro della storia dell’arte. Dalla gestione dell’emergenza alle politiche di ricostruzione: gli effetti del terremoto sul territorio abruzzese e sulla cultura italiana.
Nel settembre 2013 collabora all’organizzazione e alla realizzazione del progetto Confotografia. Metodi e pratiche di interazione nel territorio a cura dell’associazione FuoriVista in collaborazione con l’associazione Segni.
Dal 2013 è docente di Fotografia di Architettura e Spazio Urbano presso Laboratori Visivi , Roma.
Nell’aprile 2013 pubblica il volume In Pieno Vuoto. Uno sguardo sul territorio aquilano (Peliti Associati), a cura di Benedetta Cestelli Guidi, con testi di Laura Moro, direttore dell’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione.
Con il lavoro sul territorio aquilano ha partecipato a Festival e presentazioni istituzionali tra cui: XIIFestival Internazionale di Musica Pietre che cantano presso il monastero di Santo Spirito d’Ocre, Fossa (aq); Festival Ritorno ai luoghi abbandonati a cura della Fondazione Nuto Revelli presso la borgata Paraloup (cn); L’Italia non puo’ perdere l’Aquila: le obiezioni, le prospettive a cura dell’Associazione Bianchi Bandinelli, Roma.
Dal 2009 è fotografo ufficiale del Collettivo99 – Giovani Tecnici Aquilani .

Mostre personali
2015 – Taccuino. Appunti Visivi, Polarville, L’Aquila
2014 – Pedagogia dello Spazio, SI Fest OFF#14, Savignano s/R
2011 – Controspazio. La terra negata all’identità, FotoGrafia Festival Internazionale di Roma, X edizione Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione, Roma
2010 – Junkspace. Uno sguardo sul territorio aquilano, FotoGrafia Festival Internazionale di Roma, IX edizione s.t. foto libreria galleria, Roma
2010 – L’Aquila. Città temporanea, ReportageAtriFestival, Atri

Mostre collettive
Places, Building Bridges Art Exchange, 2525 Michigan Ave, Santa Monica, CA. 2014
Lines, Italian Tramer, 8248 Beverly Blvd, Los Angeles, CA. 2014
The Sound of Shape, DCA Fine Art, 957 Arapahoe St, Los Angeles, CA. 2014
Altro Senso. Via Margutta, 51/A, Roma. 2014
L’architettura del mondo. Infrastrutture, mobilità, nuovi paesaggi, Triennale di Milano 2012
Carlo Scarpa. Uno sguardo contemporaneo, Centro Internazionale di Architettura Andrea Palladio, Vicenza 2011
L’Italia dei dis-abitati, Galleria Bel Vedere, Milano 2010
L’aquila. Riconversione oltre la ricostruzione, Urbanbox, Pescara e Spazio Aut, Innsbruck, a cura del Collettivo99

Pubblicazioni
L’architettura del mondo. Infrastrutture, mobilità, nuovi paesaggi, a cura di A.Ferlenga, M.Biraghi, B.Albrecht, Milano 2012
Carlo Scarpa. Uno sguardo contemporaneo, a cura di R.Valtorta, Venezia 2011


Share this post